Capitan Calamaio (1)

Uno spettacolo teatrale, realizzato con i genitori di una scuola materna, ha stregato bambini ed adulti. Con il Capitan Calamaio vincono l’ecologia, la solidarietà e la cultura.

La storia del pirata che a spade coltelli e pistole, preferisce le parole, ha già fatto il giro del territorio. Capitan Calamaio, da Vitinia al Torrino, è una leggenda. Di lui parlano estasiati insegnanti, genitori, bambini e anziani. Massimiliano Micheli, attore e regista teatrale, ha conquistato tutti. Anche perché il messaggio di cui Capitan Calamaio si è fatto portavoce, è universale. E sta facendo davvero breccia. “Tutto è nato perchè, dopo gli attentati del Bataclan a Parigi, abbiamo dovuto rinunciare a portare i nostri figli al teatro Sistina, dove era previsto uno spettacolo di cui ancora sapevamo poco” racconta Michele Moretti, papà di una bambina iscritta alla scuola materna Allegro Salice. Da quella rinuncia però, grazie all’iniziativa di un insegnante lungimirante, si è ingenerata una spirale positiva. “Quando ho visto che Capitan Calamaio attivava laboratori teatrali nelle scuole, ho pensato di coinvolgere anche la nostra – spiega Raffaelli, maestro dell’Allegro Salice – e così è stato creato il laboratorio dei GeniAttori”. E visto che alle mamme ed ai papà il progetto è molto piaciuto, si è deciso di coinvolgere anche “i nonni” che hanno messo a disposizione il centro anziani per le prove. Il successo è stato immediato, la comunità ha rinsaldato i suoi legami. E sulla scorta del messaggio che lo spettacolo trasmette, è stata attivata anche una gara di solidarietà.

Fabio Grilli

 

1780899_orig

 

CAPITAN CALAMAIO – La rubrica Cooltour@ va alla scoperta del Capitano più amato nelle scuole materne del territorio. Per saperne di più clicca qui.

 

 

 

 

Capitan Calamaio (1)

 

LA COMUNITA’ – Il grande successo riscontrato da Capitan Calamaio, raccontato dal maestro Marco Raffaelli. Per saperne di più clicca qui.

 

 

 

 

Scarpe

 

CORRIDOI UMANITARI – Attivata una raccolta di scarpette per bambini tra i 2 ed i 7 anni. Scopri come partecipare. Per saperne di più clicca qui.