sant'eugenio

Cinque ambulatori, dal Laurentino a Decima,  hanno attivato il progetto Book Crossing. L’iniziativa, completamente gratuita, arriverà presto al Sant’Eugenio.


GLI AMBULATORI COINVOLTI – Leggere fa bene. E’ forse in base a quest’assunto che cinque ambulatori della Asl Roma C del Municipio IX, hanno deciso di dotarsi di libri. Saranno gestiti in prestito, dunque in maniera gratuita. Peraltro l’iniziativa è a costo zero anche per le strutture sanitarie, perché i volumi sono donati dai cittadini. Il progetto, è già operativo, infatti all’interno del distretto sanitario 12,  già funzionanto punti di scambio fruibili dagli utenti. Si trovano in via Silone 100 ed al Cup di via Lipparini, per quanto riguarda il Laurentino. In via Camillo Sabatini a Decima, in via Gemmano a Vitinia ed al Centro della gioia in zona Ardeatino.

PRESTO AL SANT’EUGENIO – “Nell’ambito del progetto BookCrossing/Piccole biblioteche popolari – ha spiegato il direttore della Asl Carlo Saitto –  è stata formulata la proposta, di realizzare e attivare una biblioteca al Sant’Eugenio ad uso consumo di chi frequenta l’ospedale e dei pazienti. Ci stiamo lavorando e credo che l’iniziativa diverrà concreta entro poco tempo. Intanto funziona  molto bene negli altri ambulatori”.

IL PROSSIMO STEP – L’iniziativa, già attivata sperimentalmente in vari punti d’aggregazione del territorio, è stata pensata e coordinata dalla Capogruppo di SEL al Municipio IX Sonia Cardillo, che è anche un’operatrice sanitaria della Asl RMC. “Ora – fa sapere la Consigliera –  puntiamo a coinvolgere anche i pazienti psichiatrici del Centro diurno che dovranno registrare i libri sul sito www.bookcrossing.com , rifornendo di testi le altre dieci librerie diffuse nel nostro Municipio”.

Fabio Grilli