Ninfeo di Egeria Caffarella

Oltre 120 ciclisti. E’ questo il dato che resta, alla fine della manifestazione svoltasi il 19 settembre. Tantissime persone hanno inforcato la bici, pedalando per le  aree verdi del Municipio VII.

PIU’ BICI MENO AUTO – Il Parco degli Acquedotti, quello di Tor Fiscale e la valle della Caffarella sono state così attraversate da una carovana festante, che si è fermata a ridosso delle Mura Latine per fare il punto della situazione. “Le bici vengono viste come una minaccia per il traffico. Ma quello che deve essere chiaro – ha spiegato Dario Piermarini, coordinatore del Settimo Biciclettari – èche un ciclista in più è un’auto in meno sulla strada. Noi cerchiamo di alleviare il traffico, e quindi lo stress di chi si mette al volante”.

DAL CENTRO ALLA PERIFERIA – Nel corso della pedalata, è stato possibile sperimentare l’Asse degli Acquedotti: un percorso ciclopedonale che, passando per le aree verdi del territorio, sia in grado di congiungere i quartieri periferici con il centro. Da Morena fino a San Giovanni, attraverso un lungo percorso da cui irradiare una serie di strade in direzione di tutti i quartieri del popoloso Municipio VII.

 

CICLABILI ED ISTITUZIONI – Alla manifestazione, realizzata in concomitanza con la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, ha partecipato anche l’Assessore alla Mobilità del VII Municipio, “che si è speso per ottenere le autorizzazioni necessarie” fa sapere Dario Piermarini coordinatore dell’iniziativa di sabato . Hanno inoltre “promosso e partecipato a questa importante manifestazione, anche i Consiglieri Laddaga e Lancia”. Il Municipio VII sembra dunque sposare la richiesta dei Comitati di Quartiere che compongono la rete del Settimo Biciclettari. La palla passa ora al Campidoglio dove, i ciclisti del territorio, dovranno confrontarsi col neo Assessore Esposito. Partita complicata, ma non impossibile.

Fabio Grilli

 

Foto di Paicu Andrei

 

Antica via Latina e Acquedotti

 

AREE VERDI E BICI: Un sabato in sella alla scoperta del territorio. Per saperne di più clicca qui.