untitled

Domenica 27 ottobre avrà luogo Artists for Rojava, una serata di informazione e di spettacolo interamente  a sostegno della Mezzaluna rossa curda

L’EVENTO – L’iniziativa è stata organizzata per rispondere all’appello firmato da decine di artisti e lavoratori del mondo della cultura contro l’invasione turca del nord della Siria, per la difesa dell’esperienza democratica del Rojava, che per 7 anni ha fatto della convivenza tra le diverse culture e religioni e dell’uguaglianza di genere la sua bandiera, e che ora rischia di essere cancellata dall’aggressione militare dell’esercito turco e delle bande jihadiste che lo supportano. L’iniziativa servirà a raccogliere fondi destinati all’emergenza umanitaria e a fare il punto della situazione del conflitto.

IL PROGRAMMA – Le porte apriranno alle 19.30 per l’aperitivo curato  dalla comunità curda romana; dalle 20:30 si alterneranno reading di scritti della lotta curda  live e proiettati, con i contributi di Valeria Golino, Alba Rorhwacher,  Jasmine Trinca, Chiara Gioncardi, Alessandro Pieravanti,  Xulio Petruschi e Aurora Peres, musicati da Valerio Vigliar e Cristiano de Fabritiis. A seguire Marco Damilano e Lucia Annunziata intervisteranno Erol Aydemir del centro culturale curdo Ararat, Eddi Marcucci ex combattente YPJ, Alessandro Orsetti il padre di Lorenzo, combattente YPG caduto in Siria contro l’ISIS, e Enrica Rigo, docente dell’università di “Roma Tre” . Valerio Mastandrea e Zerocalcare animeranno l’asta di tavole originali tratte dal fumetto Kobane Calling.

ARARAT –  Il centro Ararat nasce nel maggio 1999 al Campo Boario, nell’edificio dell’ex veterinario del complesso in disuso dell’ex Mattatoio di Testaccio. In breve tempo il centro è diventato uno spazio significativo di sperimentazione e condivisione di attività culturali, solidarietà civile e trasformazione del territorio, oltre che un luogo in cui coltivare la propria cultura e identità. Il centro è stato ribattezzato col nome del monte leggendario su cui si arenò l’Arca di Noè, che è anche il monte simbolo della resistenza curda e armena, popoli oppressi e dispersi dalla repressione turca. Tutte le attività sono autogestite e autofinanziate dagli ospiti del centro, con la collaborazione di volontari e volontarie. Tuttora oggi il centro ospita molti rifugiati curdi fuggiti da persecuzioni, guerre e stragi.

INFORMAZIONI UTILI – L’evento si terrà  domenica 27 ottobre presso il Cinema Palazzo a piazza dei Sanniti a San Lorenzo, a partire dalle 19.30.

Angela Franco