Entro giugno 2015 dovrebbe aprire l’acquario di Roma. Per il completamento dell’opera, interamente realizzata sotto il laghetto dell’Eur, sono stati trovati altri 8 milioni di euro.
ADDIO AL DEGRADO – Adesso l’area si trova in una condizione di estremo degrado. La passeggiata del Giappone, sul lato di viale Europa, è in gran parte transennata. Ed il colpo d’occhio, con le ex torri delle finanze alle spalle, non è dei migliori per chi arriva a Roma. Ma lo scenario potrebbe presto cambiare. Almeno per quanto attiene il laghetto.

ULTIMA TRANCHE DI FINANZIAMENTO – I vertici dell’Acquario di Roma-Expo hanno fatto recentemente sapere che “é stato siglato il definitivo accordo notarile tra l’Acquario di Roma e gli istituti di credito per l’erogazione dell’ultima tranche di finanziamento che permetterà di avere l’accelerazione dei lavori affinchè l’Acquario,  possa aprire entro Giugno 2015”. Gli istituti di credito stanzieranno dunque otto  milioni di euro che “aggiunti ai precedent,i portano il costo complessivo dell’opera a 90 milioni di euro. Cifra – viene sottolineato – interamente finanziata da privati”.

UN’OPPORTUNITA’ PER IL TERRITORIO – La realizzazione dell’Acquario di Roma, era attesa da molti anni.  Si tratterà di “un’opera priva di impatto ambientale che avrà una superficie di circa 16mila metri quadrati”. Vi troveranno spazi esercizi commerciali ed un acquario “con pesci viventi – viene fatto notare – nati in cattività”. Oltre alle tradizionali vasche, ci sarà una parte dedicata alla ricerca marina e all’innovazione tecnologica, un Auditorium per proiezioni in 3D ed un’altra parte dedicata ai servizi e all’educazione”. Secondo una stima diffusa sempre dai vertici dell’Acquario di RomaExpo “L’indotto dell’opera  – fanno sapere sempre i vertici dell’Acquario di Roma-Expo – creerà circa 400 posti di lavoro”. Inoltre, “ secondo un’indagine dei principali istituti di ricerca. una volta a regime l’Acquario potrà registrare fino a 3 milioni di visitatori annui”.

 

Fabio Grilli

 

 

 

 

10511336_10152646574849217_2082185875819353556_n

STADIO TOR DI VALLE: Il Comune approva ma la Regione frena. Per saperne di più clicca qui.

 

 

 

 

Palazzo del pattinaggio

CITTA’ DEL RUGBY: A Spinaceto oltre al danno si rischia la beffa. Per saperne di più clicca qui.