coverlg_home-696x392

Nelle sale cinematografiche è uscito il film che racconta la storia di Federica Angeli, la giornalista che ha denunciato il malaffare ad Ostia

LA STORIA – Basato sull’autobiografia di Federica Angeli, A mano disarmata racconta la vera storia della giornalista di cronaca del quotidiano la Repubblica.  Federica decide di avviare un’inchiesta sulla criminalità organizzata che infesta da tempo il litorale romano, dove la giornalista è nata e cresciuta e dove da tempo è costretta ad assistere ai soprusi della mafia locale. Mettendo a disposizione la sua competenza in materia di giornalismo d’inchiesta, Federica inizia un’indagine delicata e complessa che la condurrà ad avere la scorta per sé ma non per i figli, allontanandola in parte dai suoi affetti familiari e costringendola a perdere la sua libertà e a cambiare radicalmente stile di vita.

IL CAST – Claudia Gerini interpreta perfettamente il ruolo di Federica Angeli, incarnando gli aspetti più significativi del suo carattere e della sua determinazione professionale: la grinta, il coraggio, l’indole combattiva e al tempo stesso profondamente materna, l’istinto di protezione nei confronti della famiglia e la forza di non arrendersi anche difronte alle minacce e alle intimidazioni degli affiliati al clan. Nel cast compaiono anche tre volti comici calati in ruoli drammatici: Francesco Pannofino nel ruolo del caporedattore, Rodolfo Laganà nei panni di un vecchio boss decaduto ma ancora attivo sulla scena, Maurizio Mattioli in quelli di un assessore legato alla malavita locale.

IL MESSAGGIO – Il film descrive in modo intelligente e intenso la parabola dell’inchiesta giornalistica di Federica Angeli: l’incontro intimidatorio col capoclan di Ostia, la testimonianza del duplice omicidio avvenuto sotto casa sua, il radicale cambiamento della sua vita in seguito alla denuncia. La Gerini, per interpretare questo ruolo, ha voluto conoscere la quotidianità della vita di Federica e raccontare la  sua storia in modo reale e non retorico, facendo emergere l’alto livello etico e lo spessore umano e deontologico della giornalista che ha scelto di stare dalla parte della legalità e del rispetto della giustizia.

Angela Franco

Foto: cinematographe.it